Archiweb- Biblioteca digitale dell'Archiginnasio Sulle tracce di Dickens
   
Introduzione

Biografia


Le prime edizioni

Le collane politiche

Le opere di Antonio Gramsci

Paolo Spriano e Valdo Magnani

Lo struzzo

Un nuovo carattere tipografico: il Garamond Simoncini

La comunicazione di casa Einaudi

Un prestito per «garantire nuove possibilità di autonomo sviluppo culturale»

La Biblioteca di Dogliani

Giulio Einaudi e Bologna

Giulio Einaudi e Bologna



Paolo Terni, Telegramma a Gino Nenzioni
3 febbraio 1965

Gino Nenzioni, Telegramma lettera a Paolo Terni
4 febbraio 1965

Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, Archivio, “I sabati dell'Archiginnasio”, 13 marzo 1965

Nel 1965 ebbe luogo la quarta edizione dei “Sabati dell’Archiginnasio”, gli incontri con autori ed editori organizzati dalla biblioteca e tenuti nella sala dello Stabat Mater. Quell’anno la rassegna fu dedicata agli scritti di storia, e la presentazione della nuova edizione di Storia della Resistenza italiana di Roberto Battaglia fu un contributo alle celebrazioni per il ventennale della Resistenza.
A sinistra, il telegramma con cui Paolo Terni della casa editrice Einaudi accolse con favore la proposta, che coinvolse anche un altro volume einaudiano, Pagine ritrovate di Vittorio Lugli. Sotto, la riposta del direttore dell’Archiginnasio, con la ripartizione dei compiti tra biblioteca e casa editrice. In basso la sovraccoperta del libro di Battaglia.


 

Ernesto Ragionieri, Lettera a Gino Nenzioni
16 febbraio 1965

Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, Archivio, “I sabati dell'Archiginnasio”, 13 marzo 1965

Ernesto Ragionieri, storico marxista, legato al Partito Comunista, docente di Storia del Risorgimento a Firenze, fu invitato a presentare il volume di Battaglia. Nel post scriptum della lettera con la quale accettava l’incarico, scrisse alcune brevi note biografiche, utilizzate dalla biblioteca per la rassegna stampa.


 

Gino Nenzioni, Lettera a Ferruccio Parri
18 febbraio 1965

Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, Archivio, “I sabati dell'Archiginnasio”, 13 marzo 1965

Alla presentazione del libro di Battaglia fu invitato anche Ferruccio Parri, uno dei capi della Resistenza e quindi presidente del Consiglio dei Ministri dal giugno al dicembre del 1945. L’invito era stato veicolato da Cesare Gnudi, lo storico dell’arte bolognese che aveva pubblicato con Giulio Einaudi nel 1942 il suo Niccolò dell’Arca.


 

[Presentazione del volume di Roberto Battaglia]
Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, Archivio, “I sabati dell'Archiginnasio”, 13 marzo 1965

La foto ritrae la sala dello Stabat Mater il 13 marzo 1965, data in cui si tenne la presentazione della Storia della Resistenza italiana di Roberto Battaglia. Al tavolo, da sinistra, il direttore dell’Archiginnasio Gino Nenzioni, il vicesindaco Gianguido Borghese e il professore Ernesto Ragionieri.



«Notiziario Einaudi»
Torino, Einaudi, 1954
Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, A.2272 (1954)

Nel luglio del 1954 fu pubblicato un numero speciale del «Notiziario» dedicato alla «Settimana del libro Einaudi». Quell’anno, tra le cinque città coinvolte, figurava anche Bologna. Numerosi furono gli eventi, che si tennero tra il 26 giugno e il 5 luglio. Tra gli altri, Norberto Bobbio presentò al pubblico le Lettere dei condannati a morte della Resistenza europea, edite nello stesso anno; Guido Aristarco illustrò alcuni film di Charlie Chaplin; Paolo Alatri tenne una relazione su Gramsci e la storiografia del Risorgimento; vi furono letture di poesie e testi drammatici di Bertolt Brecht, recitati da Maria Zanoli, Monica Vitti, Luciano Alberici e Nais Lago e introdotti dal regista Luciano Lucignani. La relazione conclusiva fu tenuta da Giulio Carlo Argan, sul tema L’arte classica e l’arte di oggi. Oltre a Giulio Einaudi, parteciparono molti autori: Franco Fortini, Carlo Salinari, Franco Venturi, Giuseppe Raimondi, Roberto Battaglia, Guido Aristarco, Italo Calvino, Renato Solmi.


     

Iniziative “Per Einaudi” a Bologna nel 1984

Nel settembre del 1984 la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna (allora Istituto Gramsci dell’Emilia Romagna) organizzò insieme alla casa editrice di Giulio Einaudi un ciclo di incontri incentrati sul tema del libro di cultura, molto caro all'editore. I dibattiti si tennero presso la libreria temporanea realizzata in Piazza Maggiore e furono inseriti nel calendario della Festa Provinciale dell'Unità.
La riflessione si concentrò sul rapporto tra libro e coscienza civile, sul mondo del libro universitario, con uno sguardo rivolto anche alle sorti incerte dell'editoria di cultura e alle mutazioni in corso nel mondo della comunicazione. Agli incontri parteciparono giornalisti, scrittori, saggisti, editori e collaboratori editoriali, storici, critici letterari, politici.
A fianco è possibile vedere una foto scattata durante uno di questi incontri, con il tavolo dei relatori sovrastato dalla statua del Nettuno. L'originale del manifesto è conservato presso la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna (Manifesti 1984 090).


 

Il libro di cultura nel sistema della comunicazione. Festa provinciale dell’Unità, Bologna 1984
[1984]
Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, Archivio fotografico del P.C.I. – Federazione di Bologna, serie “Feste dell’Unità”, fasc. 1984


Biblioteca dell'Archiginnasio > Archiweb - Raccolte digitali > Mostre in rete
Credits | Data di creazione: giugno 2013 | Informativa sui cookie
I testi e le immagini sono riproducibili per uso personale e a scopo didattico e di ricerca, a condizione che venga citata la fonte. Non è consentito alcun uso a scopo commerciale o di lucro.