Presentazione
I "figurini di Francia"
Parigi detta moda
La moda e l'educazione
Regine e aristocratiche, modello per le borghesi
Moda e/è arte nelle riviste francesi
Un arbiter elegantiarum
Donne e ironia in riviste umoristiche
La figura femminile nelle riviste italiane di letteratura e d’arte
 
Le riviste
Gli illustratori
L'illustrazione
Abbigliamento femminile fra Otto e Novecento
Bibliografia
Documenti
 

7. Donne e ironia in riviste umoristiche

FANTASIO. Magazine gai
Paris, a.VIII, n. 172, 15 settembre 1913 - Collocazione: VENTURINI.PC.2

Fondata nel 1906, è una delle tipiche spensierate riviste di umorismo pubblicate a Parigi, come "Le Sourire", o "La Vie Parisienne". Molte erano considerate un po' 'piccanti' e non adatte per le persone della buona società, ma in realtà proprio in tale pubblico simili riviste trovavano acquirenti. "Fantasio" era arricchita da un gran numero di disegni e riproduzioni fotografiche ed eliotipie, dentro e fuori testo, opera dei maggiori disegnatori dell'epoca, da Auguste Roubille, autore delle copertine, a Raphael Kirchner, ai caricaturisti come Joseph Kuhn-Régnier e Adrien Barrère.
Dal 1° novembre 1913 il periodico inaugurò una rubrica fissa, Les foll'Modes, "où les multiples côtés de la mode contemporaine seront passés en revue", illustrata da Armand Vallée.
Come tutte le pubblicazioni francesi durante la prima guerra mondiale, "Fantasio" fece del suo meglio per sostenere la causa patriottica, dedicando un numero sostanzioso di pagine a raffigurare soldati e quello che ad essi poteva piacere di più: le ragazze.


Biblioteca comunale dell'Archiginnasio > ArchiWeb - Raccolte digitali > Mostre >
Informativa sui cookie