Presentazione
I "figurini di Francia"
Parigi detta moda
La moda e l'educazione
Regine e aristocratiche, modello per le borghesi
Moda e/è arte nelle riviste francesi
Un arbiter elegantiarum
Donne e ironia in riviste umoristiche
La figura femminile nelle riviste italiane di letteratura e d’arte
 
Le riviste
Gli illustratori
L'illustrazione
Abbigliamento femminile fra Otto e Novecento
Bibliografia
Documenti
 

7. Donne e ironia in riviste umoristiche

 

ITALIA RIDE. Settimanale artistico umoristico
Bologna, 31 marzo; 30 giugno 1900 - Collocazione: TREBBI.52

La rivista, nata proprio sul crinale del secolo XIX come evoluzione di "Bologna che dorme" e con ambizioni meno circoscritte all'ambito locale, ha però vita brevissima, di soli sei mesi e 26 numeri, dal 6 gennaio al 30 giugno 1900. È un foglio apparentemente modesto, ma stampato con grande cura tipografica e fornito di un corredo di illustrazioni di prima qualità: vignette - per lo più satiriche, ma anche decorative - di gusto aggiornatissimo, ispirate ai modelli francesi ("Le rire" e "Revue blanche") e tedeschi ("Jugend" e "Simplicissimus", "Ver Sacrum").
Citata come "il miracolo del Liberty bolognese", "Italia ride" diventò subito un potente organo di diffusione di nuove idee artistiche, ma soprattutto consentì a molti giovani intraprendenti di maturare grazie ai reciproci scambi, sulla base degli orientamenti europei più all'avanguardia. Vi collaborarono oltre settanta disegnatori, da Augusto Majani, direttore artistico, ad Alfredo Baruffi, Augusto Sézanne, Luigi Bompard, Marcello Dudovich, Ugo Valeri (fratello maggiore del poeta Diego), Duilio Cambellotti, Ardengo Soffici e Franz Laskoff, che si riallaccia al 'team' dei cartellonisti di Casa Ricordi.
In sintonia con l'aspirazione della rivista ad essere il trait d'union progressista fra satira e arte, sulle copertine la donna veniva raffigurata come partecipe della modernità alla pari dell'uomo, più che essere un facile bersaglio per le sue pretese egualitarie, secondo la mentalità corrente degli umoristi.


Biblioteca comunale dell'Archiginnasio > ArchiWeb - Raccolte digitali > Mostre >
Informativa sui cookie