Quel «povero ragazzo smilzo e scialbo» | L'«egregio giovane» internazionalista | Pascoli fra Carducci e Gandino | Pascoli studente alla Facoltà di Lettere | I versi del giovane Pascoli | Zvanì, Ridiverde e il Maghetto | L'«inclito Giovannino»: professore straordinario di Grammatica greca e latina nello Studio bolognese | La poesia epico-storica per la «turrita» Bologna | Pascoli sulla cattedra del «buon Maestro» | Il ritorno a Bologna, «sospinto dal destino»

Pascoli fra Carducci e Gandino


Clicca per ingrandire  

Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire

G. Pascoli, Bologna, 23 maggio 1880 a [Giosue Carducci, Bologna]
Lettera autografa

Casa Carducci, Epistolari, cart. LXXXVI, 4, n. 23.959
  Giosue Carducci alla R. Università di Bologna. Facoltà di Lettere e Filosofia
Certificato

Casa Carducci, Mss., cart, XCVIII, 9 (b)

In qualità di direttore della Scuola di Magistero, Carducci attesta l’attività dell’allievo Pascoli negli anni scolastici 1880-81 e 1881-82. Se la «sua dissertazione finale intorno ad Alceo fu notata come degna di lode dalla Commissione esaminatrice e dal preside della Facoltà [G. B. Gandino] nel rapporto all’onor. Ministro dell’Istruzione [G. Baccelli]», si afferma infine che il dr Pascoli «ha dato prova e saggi d’ingegno benissimo dotato e di attitudine singolare nella conoscenza scientifica e nell’esempio pratico e didattico delle lettere classiche e italiane». SS

Clicca per ingrandire

Giovanni Battista Gandino (1827-1905)

Insieme a Carducci e Gandino, docente di letteratura latina, Pascoli ebbe come insegnanti, nella Facoltà filologica bolognese: Francesco Acri (storia della filosofia), Gaetano Pelliccioni (letteratura greca), Celestino Peroglio (geografia), Giuseppe Regaldi (storia antica e moderna), Pietro Siciliani (filosofia teoretica), Edoardo Brizio (archeologia e numismatica).SS

Clicca per ingrandireClicca per ingrandire       Giovanni Battista Gandino, Bologna, 26 maggio 1880 a [Giosue Carducci, Bologna]
Lettera autografa

Casa Carducci, Epistolari, cart. LIV, 47, n. 15.061

Clicca per ingrandire

Richiesta indirizzata al Preside della Facoltà di Lettere per la riammissione ai corsi. Maggio 1880.
(Archivio storico dell’Università di Bologna, Fascicoli degli studenti di Lettere e Filosofia, Giovanni Pascoli, n.501)

Dopo la turbolenta parentesi della seconda metà degli anni Settanta, Pascoli, che scrisse nella domanda per la riammissione di essere stato “distolto dagli studi per sventure domestiche”, decise di riprendere l’Università. Nel documento esposto, il poeta chiede di poter sostenere l’esame di licenza, all’epoca prova imposta per proseguire gli studi fino al conseguimento della laurea. Il 30 maggio 1880 il Consiglio di Facoltà approvò la richiesta.DN


Clicca per ingrandire

Richiesta indirizzata al Preside della Facoltà di Lettere per sostenere l’esame di licenza. 18 ottobre 1880.
(Archivio storico dell’Università di Bologna, Fascicoli degli studenti di Lettere e Filosofia,Giovanni Pascoli, n.501)

Pascoli di nuovo rivolge al Preside la richiesta per poter sostenere l’obbligatorio esame di licenza, a conclusione del primo biennio di studi. Nella domanda presentata a maggio, Pascoli aveva chiesto di poter sostenere la prova secondo il regolamento in vigore nel 1875. DN


Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

Biglietto da visita autografo di Giosue Carducci
BCABo, Fondo Speciale Luigi Frati, IV, 177

A margine della domanda di riammissione agli studi, si registra la richiesta inoltrata da Giosue Carducci al direttore dell’Archiginnasio, Luigi Frati: nel biglietto si chiede che al signor Pascoli, “per un lavoro di licenza che sta facendo”, sia consentito di esaminare “parecchie opere di metrica antica”. In particolare, Carducci domanda che sia concesso a Pascoli di accedere direttamente al catalogo: la richiesta trova giustificazione nell’esistenza, all’epoca, di una figura specifica di assistente di biblioteca (denominato “indicista”), incaricato di svolgere le ricerche per conto degli utenti, operando come intermediario fra i lettori e il catalogo.GN


Clicca per ingrandireClicca per ingrandire

Verbali degli esami speciali di Letteratura latina e Letteratura greca. 30 ottobre 1880.
(Archivio storico dell’Università di Bologna, Fascicoli degli studenti di Lettere e Filosofia, Giovanni Pascoli, n.501)

La ripresa degli studi universitari di Pascoli è attestata dai due verbali di esame esposti, sostenuti entrambi il 30 ottobre del 1880. La commissione era formata da Giovanni Battista Gandino (Letteratura latina), Giosue Carducci (Letteratura italiana) e Gaetano Pelliccioni (Letteratura greca). DN

 

Biblioteca dell'Archiginnasio > Archiweb - Raccolte digitali > Mostre in rete
Credits | Data di creazione: giugno 2013 | Informativa sui cookie
I testi e le immagini sono riproducibili per uso personale e a scopo didattico e di ricerca, a condizione che venga citata la fonte. Non è consentito alcun uso a scopo commerciale o di lucro.