Fondo speciale Carlo Frati

Denominazione fondo: Carlo Frati
ID FONDO: ITBO0304FA95
Livello: Fondo

Date: 1880 ca. - 1930, con documenti dal 1844

Consistenza: 49 buste (ml. 5,60)

Soggetto/i produttore/i:
Frati, Carlo, 1863-1930

Ambiti e contenuto:
Manoscritti delle opere, appunti e carteggio di Carlo Frati, bibliografo, bibliotecario e direttore di importanti biblioteche italiane, quali la Marciana di Venezia (dal 1905 al 1913) e l’Universitaria di Bologna (dal 1921 al 1930). A questo nucleo principale di documentazione (suddiviso nelle due sezioni Manoscritti e Carteggio) si sono in seguito aggiunti: il manoscritto della tesi di laurea di Carlo Frati; le schede per il Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari e bibliofili italiani dal sec. XIV al XIX, pubblicato postumo da Albano Sorbelli nel 1933; le schede per un'inedita "Bibliografia dei codici Marciani. 1906" ed altre schede di lavoro manoscritte.

Modalità di acquisizione:
In parte per dono (carteggio) e in parte per acquisto (manoscritti), da Maria Concetta (detta Amabilia) Lucchini, moglie di Carlo Frati, e dal fratello di questi, Lodovico, 1930 (in totale 42 buste); dono di Albano Sorbelli, 1938 (tesi di laurea di Frati, in 3 buste); documentazione proveniente dal fondo speciale Albano Sorbelli, 2008 (1 busta di schede per la "Bibliografia dei codici Marciani. 1906") e materiali recuperati nei depositi della Biblioteca in anni diversi, fino al 2009.

Strumenti di ricerca:
Inventario manoscritto, VI, 81 (per le prime 42 buste); inventario analitico a stampa del carteggio di Luigi Frati con diversi conservato nella sezione del fondo denominata Manoscritti (busta I, fascicolo a, n. 18), a cura di Lanfranco Bonora e Anna Maria Scardovi, in Una foga operosa. Luigi Frati e l'organizzazione degli istituti culturali bolognesi nella seconda metà dell'Ottocento, atti del convegno (Bologna, 16 novembre 2002), a cura di P. Bellettini, Bologna, Comune di Bologna, 2010, Biblioteca de «L'Archiginnasio», serie III, n. 9, tomo II, pp. 835-850. Non sono presenti strumenti di ricerca per la restante parte del fondo. La consultazione dei fondi privi di strumenti di ricerca può essere autorizzata a seguito di richiesta scritta debitamente motivata.

Bibliografia:
Albano Sorbelli, Carlo Frati (necrologio), «L’Archiginnasio», XXV (1930), pp. 145-147; ivi, Notizie, Il carteggio di Carlo Frati donato all'Archiginnasio, p. 132; A. Sorbelli, Relazione del Bibliotecario all'on. Podestà (per l'anno 1931), «L'Archiginnasio», XXVII (1932), pp. 23-24; Carlo Frati, Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari e bibliofili italiani dal sec. XIV al XIX, raccolto e pubblicato da Albano Sorbelli, Firenze, Olschki, 1933; Fausto Mancini, Consistenza e stato attuale dei manoscritti della Biblioteca comunale dell’Archiginnasio, «L'Archiginnasio», XLVI-XLVII (1951-1952), p. 46, n. 58; Mario Fanti, Consistenza e condizioni attuali delle raccolte manoscritte della Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, «L'Archiginnasio», LXXIV (1979), p. 20, n. 78; Pierangelo Bellettini, Carlo Frati (1863-1930) e "La bibliofilia", in Cento anni di bibliofilia, atti del convegno internazionale, Biblioteca nazionale centrale di Firenze, 22-24 aprile 1999, a cura di Luigi Balsamo, P. Bellettini, Alessandro Olschki, Firenze, Olschki, 2001, pp. 117-172; Anna Manfron, I fondi manoscritti, in Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, Bologna, a cura di P. Bellettini, Fiesole, Nardini, 2001, p. 81; Lanfranco Bonora e Anna Maria Scardovi, Appendice all'Inventario del fondo speciale Luigi Frati, in Una foga operosa. Luigi Frati e l'organizzazione degli istituti culturali bolognesi nella seconda metà dell'Ottocento, atti del convegno (Bologna, 16 novembre 2002), a cura di P. Bellettini, Bologna, Comune di Bologna, 2010, Biblioteca de «L'Archiginnasio», serie III, n. 9, tomo II, pp. 835-850.

Note:
Carlo Frati era figlio di Luigi Frati (1815-1902), studioso bolognese di archeologia e numismatica, bibliotecario, direttore della Biblioteca dell'Archiginnasio di Bologna dal 1858 al 1902, e fratello di Lodovico (1855-1941), che fu conservatore dei manoscritti della Biblioteca Universitaria di Bologna (1883-1923). Per il carteggio di Luigi Frati vedi, in BCABo, il fondo speciale Luigi Frati. Nella sezione Manoscritti del fondo speciale Carlo Frati (busta I, fascicolo a) sono presenti, oltre a scritti biografici relativi a Luigi Frati (nn. 1-17, 19-20), anche 200 lettere (1843-1897) indirizzate a Luigi Frati da diversi e 7 sue minute (n. 18). Nel fondo speciale Manoscritti B, sono conservati i manoscritti B.4282/I, B.3360, B.3361, provenienti con ogni probabilità dal disperso archivio personale dello zio paterno di Carlo, Enrico Frati. Documenti provenienti dal fondo speciale Carlo Frati sono stati esposti nella mostra Quell'amor d'antico. le origini dell'Archeologia a Bologna nelle raccolte dell'Archiginnasio, a cura di Paola Foschi e Arabella Riccò, allestita presso la Biblioteca dell'Archiginnasio dal 22 settembre 2011 al 14 gennaio 2012 (la versione on-line della mostra è consultabile alla pagina: http://badigit.comune.bologna.it/mostre/archeologia/index.html)

Altre informazioni bibliografiche:
Una foga operosa. Luigi Frati e l'organizzazione degli istituti culturali bolognesi nella seconda metà dell'Ottocento, atti del convegno (Bologna, 16 novembre 2002), a cura di P. Bellettini, Bologna, Comune di Bologna, 2010, Biblioteca de «L'Archiginnasio», serie III, n. 9 (in particolare, alle pp. 602-603 sono pubblicati tre ritratti fotografici di Carlo Frati).

Redazione e revisione: Maria Grazia Bollini, 2009/04/30, prima redazione; Pierangelo Bellettini e Anna Manfron, 2009/07/31, supervisione; Maria Grazia Bollini e Patrizia Busi, 2010/09/30, revisione; Maria Grazia Bollini, 2012/02/11, aggiornamento.

  • Scheda fondo estesa
  • Struttura del fondo
  • Inventario
  • Scheda soggetto produttore