Fondo speciale Francesco Lorenzo Pullè

Denominazione fondo: Francesco Lorenzo Pullè
ID FONDO: ITBO0304FA243
Livello: Fondo

Date: sec. XIX/fine

Consistenza: 46 volumi e 1 scatola (ml. 2,70)

Soggetto/i produttore/i:
Pullé, Francesco Lorenzo, 1850-1934

Ambiti e contenuto:
Raccolta costituita da opere in alfabeto devanagari (25 opere a stampa in 37 volumi con legature in tela indiana, 4 manoscritti originali su carta e 9 volumi con la riproduzione fotografica di 5 manoscritti), che comprendono alcuni tra i testi fondamentali della civiltà indiana classica e medievale. Si tratta, con ogni probabilità, di materiali provenienti dal "Museo indiano" inaugurato nel palazzo dell'Archiginnasio da Francesco Lorenzo Pullè, professore di Filologia indo-europea presso l'Università di Bologna, il 13 giugno 1907 con libri ed oggetti acquistati nel suo viaggio in Oriente nei primi anni del secolo.

Modalità di acquisizione:
Materiali già esposti nel "Museo indiano" con sede nel palazzo dell'Archiginnasio, poi confluiti nei depositi della Biblioteca successivamente alla chiusura del museo, avvenuta nel 1936.

Strumenti di ricerca:
Elenco sommario a stampa: Marco Franceschini, Il fondo Pullé. Inventario topografico breve, «L'Archiginnasio», CII (2007), pp. 489-492. Le schede catalografiche dei volumi a stampa, a cura di Elisa Rebellato, sono inserite nella banca dati del Servizio Bibliotecario Nazionale (http://www.internetculturale.it/moduli/opac/opac.jsp) e nell'OPAC del Polo bolognese (http://sol.cib.unibo.it:8080/SebinaOpac/Opac).

Bibliografia:
Svevo D’Onofrio, Il fondo Pullé della Biblioteca dell’Archiginnasio, «L'Archiginnasio», CII (2007), pp. 473-487 (con ritratti di F. L. Pullè); ivi, Marco Franceschini, Il fondo Pullé. Inventario topografico breve, pp. 489-492, Descrizione dei testi costituenti il fondo Pullé dell’Archiginnasio, pp. 493-513.

Note:
Mentre le opere a stampa comprese nel fondo costituiscono una generica ma ben selezionata collezione di testi indiani, le opere manoscritte riflettono uno specifico interesse di Pullè per la tradizione religiosa jaina. Francesco Lorenzo Pullè, conte di San Florian, di nascita modenese, oltre che insigne studioso di indianistica fu garibaldino, socialista, massone, senatore del Regno e, ormai ultrasessantenne, volontario nella Grande Guerra. Il "Museo indiano", inaugurato nel palazzo dell'Archiginnasio in occasione delle Onoranze ad Ulisse Aldrovandi nel III centenario della morte (1907), aveva sede "al lato sinistro, al punto estremo verso via Farini, in una specie di mezzanino diviso in piccoli ed eleganti ambienti" (vedi: Notizie, Museo indiano, «L'Archiginnasio», II, 1907, p. 156); fu chiuso nel 1936, due anni dopo la morte del suo fondatore. La collezione, assai eterogenea per tipologia e per valore degli oggetti (libri, manoscritti, statue, vasellame e suppellettili, arazzi, tessuti, fotografie) fu in seguito smembrata tra gli eredi Pullé, la Biblioteca dell'Archiginnasio, il Museo civico medievale e l'Università di Bologna. Oggetti di origine estremo-orientale appartenuti a Pullè e conservati dall'Università di Bologna sono stati esposti nella mostra L'immagine dell'Oriente. La collezione di Francesco Lorenzo Pullè, Bologna, Università di Bologna, Museo di Palazzo Poggi, 7 mag. - 18 set. 2016.

Altre informazioni bibliografiche:
Notizie, Museo indiano, «L'Archiginnasio», II (1907), pp. 156-157; Alberto Serra Zanetti, Il bibliotecario, «L'Archiginnasio», XXXIX-XLIII (1944-1948, numero monografico dedicato ad Albano Sorbelli), p. 42; Giovanni Verardi, Francesco Lorenzo Pullè e il Museo indiano, in I luoghi del conoscere, testi di Franca Arduini ed altri, Bologna, Banca del Monte di Bologna e Ravenna, 1988, pp. 241-249; Luca Villa, Ricordo del Museo di etnografia indiana di Bologna nel centenario della sua nascita (1907-2007), «Atti e memorie», 58 (2007), pp. 417-435; Il catalogo mancante: analisi storico-culturale del museo indiano di Francesco Lorenzo Pullè, tesi di dottorato in Studi euro-asiatici: indologia, linguistica, onomastica, Università degli studi di Torino, Scuola di dottorato in Studi umanistici, di L. Villa, tutor Erberto Lo Bue, Torino, s.n., [2011].

Redazione e revisione: Maria Grazia Bollini, 2009/04/30, prima redazione; Pierangelo Bellettini e Anna Manfron, 2009/07/31, supervisione; Maria Grazia Bollini e Patrizia Busi, 2010/09/30, revisione; Maria Grazia Bollini, 2016/08/02, aggiornamento.

  • Scheda fondo estesa
  • Struttura del fondo
  • Inventario
  • Scheda soggetto produttore