Fondo speciale Raccolta iconografica Augusto Suppini

Denominazione fondo: Raccolta iconografica Augusto Suppini
ID FONDO: ITBO0304FA53
Livello: Fondo

Date: sec. XIX/fine - 1942

Consistenza: 8 buste (ml. 1,10)

Soggetto/i produttore/i:
Suppini, Augusto, 1854-1942

Ambiti e contenuto:
Raccolta a carattere iconografico formata dall'ingegnere bolognese Augusto Suppini e costituita prevalentemente da ritratti (ritagli di giornali, riviste, pubblicazioni, cartoline postali, ecc.) di personaggi illustri di ogni tempo, nelle arti, nelle scienze, nella medicina ma anche di sovrani, papi, cardinali, militari, politici, in buona parte bolognesi o che hanno avuto relazioni con la città di Bologna. Parte della raccolta è dedicata a basiliche e chiese, istituti scientifici, artistici e sanitari cittadini. Sono inoltre presenti numerose note manoscritte con informazioni biografiche o che riportano epigrafi dedicate a personaggi illustri, collocate su facciate o interni di edifici bolognesi o presso chiese e monumenti.

Modalità di acquisizione:
Dono di Agostino e Pietro Brizzi, nipoti di Augusto Suppini, 1943.

Strumenti di ricerca:
Inventario analitico informatizzato su piattaforma XDAMS, a cura di Anna Caratini, redatto tra il 2008 e il 2011 nell'ambito del progetto Una città per gli archivi promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. L'inventario e le riproduzioni digitali della raccolta, pubblicati il 22 aprile 2014 sul portale archIVI, sono consultabili all'indirizzo http://www.cittadegliarchivi.it/pages/getDetail/idIUnit:1/archCode:ST0019

Bibliografia:
Pierangelo Bellettini, Relazione del Direttore sull’attività svolta nell’anno 2008, «L’Archiginnasio», CIII (2008), p. XXIV; P. Bellettini, Relazione del Direttore sull’attività svolta nell’anno 2009, «L’Archiginnasio», CIV (2009) [stampa 2013], p. XXI.

Note:
Augusto Suppini, figlio di Pietro Suppini (incisore a Bologna nella metà dell'Ottocento, formatosi sotto la guida di Gaetano Guadagnini), fu allievo del Collegio Venturoli di Bologna. Studiò in seguito all'Università di Roma e di Bologna, ove si laureò in Ingegneria nel 1879. Ricoprì vari incarichi nelle Ferrovie di Stato, quale Ispettore capo presso la Direzione generale delle Ferrovie (Roma) e infine Ispettore generale presso la medesima Direzione. Dopo la pensione si ritirò a Bologna dedicandosi al censimento delle epigrafi presenti nei palazzi bolognesi e raccogliendo nel contempo l'iconografia relativa ai personaggi menzionati in quelle. Il fondo, danneggiato da eventi bellici, è stato recuperato durante il riordino, svolto tra il 2008 e il 2009, del materiale miscellaneo conservato nelle soffitte della Biblioteca. Una consistente quantità di immagini provenienti dalla Raccolta iconografica Augusto Suppini è confluita nella Collezione dei ritratti, conservata presso il Gabinetto dei disegni e delle stampe della Biblioteca; tale collezione si trova indicizzata insieme alle altre raccolte di ritratti dell'Archiginnasio in Le raccolte di ritratti della Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, a cura di Paola Ceccarelli, Roberta Micheletti, Giancarlo Tassinari, «L'Archiginnasio», LXXXV (1990); non sono tuttavia presenti indicazioni riguardanti la provenienza dei singoli documenti. La Collezione dei ritratti è riprodotta in formato digitale e consultabile sul sito web della Biblioteca, mediante la banca dati Facies, alla pagina http://badigit.comune.bologna.it/facies/index.asp.

Altre informazioni bibliografiche:

Redazione e revisione: Patrizia Busi, 2009/04/30, prima redazione; Pierangelo Bellettini e Anna Manfron, 2009/07/31, supervisione; Maria Grazia Bollini e Patrizia Busi, 2010/09/30, revisione; Maria Grazia Bollini, 2011/09/12, aggiornamento e integrazione; Maria Grazia Bollini, 2014/04/28, aggiornamento.

  • Scheda fondo estesa
  • Struttura del fondo
  • Inventario
  • Scheda soggetto produttore