Fondo speciale Giuseppe Ceneri

Denominazione fondo: Giuseppe Ceneri
ID FONDO: ITBO0304FA30
Livello: Fondo

Date: 1837-1905

Consistenza: 23 buste (ml. 2,50)

Soggetto/i produttore/i:
Ceneri, Giuseppe, 1827-1898

Ambiti e contenuto:
Documenti personali, attestati di riconoscimento e di nomina dell'avvocato bolognese Giuseppe Ceneri come consigliere comunale di Bologna, deputato all’Assemblea costituzionale delle Romagne, deputato alla Camera e senatore. Sono inoltre presenti corrispondenza e cause legali dello Studio Ceneri e documentazione relativa alla docenza di Ceneri di Testo civile, poi Diritto Romano, presso l’Università di Bologna.

Modalità di acquisizione:
Acquisto da Giuseppina Ruvinetti e Teresa Gambetti Serato, eredi di Giuseppe Ceneri, 1910.

Strumenti di ricerca:
Inventario manoscritto, IV, 160. I nomi dei mittenti della corrispondenza e dei sottoscrittori dei documenti sono reperibili anche tramite il catalogo a schede della Sala dei manoscritti e dei rari della Biblioteca. Inventario analitico informatizzato su piattaforma XDAMS, a cura di Giovanna Caniatti, realizzato nell'ambito del progetto Una città per gli archivi promosso e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. L'inventario, pubblicato l'11 aprile 2013 sul portale archIVI, è consultabile all'indirizzo http://cittadegliarchivi.it/pages/getDetail/sysCodeId:IT-CPA-ST0003-0000001

Bibliografia:
Albano Sorbelli, Relazione del Bibliotecario al signor Assessore per la Pubblica Istruzione. Anno 1911, «L'Archiginnasio», VII (1912), p. 123; A. Sorbelli, Relazione del Bibliotecario al signor Assessore per la Pubblica Istruzione. Anno 1917, «L'Archiginnasio», XIII (1918), p. 5; A. Sorbelli, Relazione del Bibliotecario al signor Assessore per la Pubblica Istruzione. Anno 1918, «L'Archiginnasio», XIV (1919), p. 11; A. Sorbelli, Relazione del Bibliotecario al signor Commissario Regio. Anno 1920, «L’Archiginnasio», XVI (1921), pp. 15-16; Fausto Mancini, Consistenza e stato attuale dei manoscritti della Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, «L'Archiginnasio», XLVI-XLVII (1951-1952), p. 42, n. 34; Mario Fanti, Consistenza e condizioni attuali delle raccolte manoscritte della Biblioteca comunale dell’Archiginnasio, «L'Archiginnasio», LXXIV (1979), p. 16, n. 43; François Gasnault, La cattedra, l'altare, la nazione: carriere universitarie nell'Ateneo di Bologna, 1803-1859, Bologna, Clueb, 2001, pp. 117-118; Pierangelo Bellettini, Relazione del Direttore sull'attività svolta nell'anno 2005, «L'Archiginnasio», C (2005), p. XXXVI; P. Bellettini, Relazione del Direttore sull'attività svolta nell'anno 2006, «L'Archiginnasio», CI (2006), p. XXIII; P. Bellettini, Relazione del Direttore sull'attività svolta nell'anno 2007, «L'Archiginnasio», CII (2007), p. XVIII; P. Bellettini, Relazione del Direttore sull’attività svolta nell’anno 2008, «L’Archiginnasio», CIII (2008), p. XXIV; Giovanna Caniatti, Il fondo speciale Giuseppe Ceneri presso la Biblioteca comunale dell'Archiginnasio a Bologna: il percorso di una memoria, in Spigolature d'archivio: contributi di archivistica e storia del progetto 'Una città per gli archivi', a cura di Armando Antonelli, Bologna, Bononia University press, 2011.

Note:
ll fondo è stato danneggiato da eventi bellici che hanno ridotto a 19 (divenute 23 a seguito all'intervento di riordino e inventariazione attualmente in corso) l'iniziale consistenza di 27 buste. Insieme alle carte Ceneri pervennero anche opuscoli a stampa, che furono schedati e collocati nelle diverse sezioni per materia della Biblioteca. Secondo quanto afferma Albano Sorbelli, all'epoca direttore dell'Archiginnasio, "rimanevano il grande carteggio e le carte di studio; di quest'ultime molte vennero distrutte in quanto che rappresentavano solo degli interessi di privati; ma il carteggio fu tutto tenuto" (A. Sorbelli, Relazione del Bibliotecario al signor Assessore per la Pubblica Istruzione. Anno 1918, «L'Archiginnasio», XIV, 1919, p. 11). In Biblioteca sono presenti pubblicazioni a stampa acquistate dagli eredi Ceneri tra il 1908 e il 1917; nel fondo speciale Manoscritti B, è presente il ms. B.4201, acquistato dagli eredi Ceneri nel 1917, comprendente fascicoli e fogli sciolti di mani diverse, fra cui quella di Ceneri, relativi a cause legali.

Altre informazioni bibliografiche:
Agostino Bignardi, Vecchio foro bolognese (Regnoli, Ceneri, Busi), estratto da «Bollettino del Consiglio dell'ordine degli avvocati e procuratori di Bologna», numero speciale per il quarto congresso nazionale giuridico forense, Bologna, 21-28 settembre 1957, Bologna, STEB, 1957; Giuseppe Ceneri: l'avvocato, lo studioso, il politico, a cura di Angelo Varni, Bologna, Il mulino, 2002; Eleonora Proni, Bologna, la nascita dell'ordine degli avvocati e procuratori. Storia dell'ordine degli avvocati di Bologna 1875-1945, Bologna, Grafiche A & B, 2006. Un ritratto fotografico di Giuseppe Ceneri è pubblicato nel sito web dell'Ordine degli avvocati di Bologna (http://www.ordineavvocatibologna.net//media/FotoPresidenti1874-1877CeneriGiuseppe.pdf; Ceneri ricoprì infatti la carica di presidente del Consiglio dell'Ordine dal 1874 al 1877); Una foga operosa. Luigi Frati e l'organizzazione degli istituti culturali bolognesi nella seconda metà dell'Ottocento, atti del convegno (Bologna, 16 novembre 2002), a cura di Pierangelo Bellettini, Bologna, Comune di Bologna, 2010, Biblioteca de «L'Archiginnasio», serie III, n. 9, pp. 194, 216, 352, 353, 481, 678, 877, 878.

Redazione e revisione: Patrizia Busi, 2009/04/30, prima redazione; Pierangelo Bellettini e Anna Manfron, 2009/07/31, supervisione; Maria Grazia Bollini e Patrizia Busi, 2010/09/30, revisione; Maria Grazia Bollini, 2011/09/12, aggiornamento e integrazione; Maria Grazia Bollini, 2013/04/16, aggiornamento; Maria Grazia Bollini, 2013/07/09, aggiornamento.

  • Scheda fondo estesa
  • Struttura del fondo
  • Inventario
  • Scheda soggetto produttore