Fondo speciale Conti Castelli

Denominazione fondo: Conti Castelli
ID FONDO: ITBO0304FA125
Livello: Fondo

Date: sec. XIX

Consistenza: 2 buste (ml. 0,20)

Soggetto/i produttore/i:
Conti Castelli, sec. XVIII - ?
Conti Castelli, Matteo, 1780-1855

Ambiti e contenuto:
Carteggio di diversi membri della famiglia bolognese Conti Castelli, in particolare lettere indirizzate a Matteo Conti Castelli, che ebbe una parte di primo piano nella rivoluzione del 1831, quando fu nominato capo dello Stato maggiore della Guardia civica a cavallo. Fra i principali corrispondenti vi sono la famiglia Tacconi, Francesco Albergati (cognato di Matteo Conti Castelli, che ne aveva sposato la sorella Eleonora), le famiglie Albergati e Albergati Capacelli. Sono inoltre presenti documenti vari e atti notarili.

ModalitÓ di acquisizione:
Acquisto dal libraio antiquario Giovanni Mengoli (Bologna), 1927.

Strumenti di ricerca:
Elenco di consistenza dattiloscritto, a cura di Paola Foschi, 2008.

Bibliografia:
Fausto Mancini, Consistenza e stato attuale dei manoscritti della Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, «L'Archiginnasio», XLVI-XLVII (1951-1952), p. 43, n. 41; Mario Fanti, Consistenza e condizioni attuali delle raccolte manoscritte della Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, «L'Archiginnasio», LXXIV (1979), p. 17, n. 52.

Note:
In BCABo, nel fondo speciale de' Bianchi, sono conservati istrumenti relativi alla famiglia Conti Castelli; si veda inoltre, in relazione a tale famiglia, il fondo speciale Bandi Conti Castelli. Presso l'Archivio di Stato di Bologna Ŕ conservato il fondo Conti Castelli (1729-1847, 1 busta). Altra documentazione relativa alla famiglia Conti Castelli, e in particolare a Matteo Conti Castelli, Ŕ conservata presso la Biblioteca Estense di Modena, nella Raccolta Sorbelli, costituita da Albano Sorbelli, direttore della Biblioteca comunale dell'Archiginnasio dal 1904 al 1943 (vedi, in BCABo, il fondo speciale Albano Sorbelli) e originariamente a questa da lui destinata. Parte delle carte conservate alla Biblioteca Estense furono vendute a Sorbelli dalla libreria antiquaria bolognese Romagnoli Dall'Acqua (nn. 509 e 1769-1771 della raccolta), mentre altri "autografi dei Conti Castelli" furono a lui venduti dal libraio antiquario bolognese Giovanni Mengoli: la provenienza di questi ultimi Ŕ pertanto la medesima del nucleo documentario pervenuto all'Archiginnasio.

Altre informazioni bibliografiche:
Catalogo di una libreria privata da vendersi in corpo o in dettaglio in Bologna in strada S. Stefano n. 102, Bologna, Tip. Guidi, 1853 (si tratta del catalogo di vendita della libreria del marchese Matteo Conti Castelli); Inventari dei manoscritti delle biblioteche d'Italia, vol. LVII (Benedello), Firenze, Olschki, 1934, Introduzione, a cura di Albano Sorbelli, p. XXI; vedi anche i voll. LVII, Firenze, Olschki, 1934, p. 201; LIX, Firenze, Olschki, 1935, p. 42; LXXII, Firenze, Olschki, 1940, pp. 161-162.

Redazione e revisione: Paola Foschi, 2009/04/30, prima redazione; Pierangelo Bellettini e Anna Manfron, 2009/07/31, supervisione; Maria Grazia Bollini e Patrizia Busi, 2010/09/30, revisione

  • Scheda fondo estesa
  • Struttura del fondo
  • Inventario
  • Scheda soggetto produttore